Our Blog

Alla ricerca di una fotografia per i nostri tempi

Le quindici e trenta di un mercoledì pomeriggio estivo: fa caldo. Quattro ragazzi si siedono al tavolo dell’Informagiovani di Brescia insieme a Giulia e Barbara.

Fanno parte del progetto BxActive, nato qualche anno fa nel quartiere Villaggio Prealpino con l’obiettivo di creare reti di relazioni sul territorio attivando così il quartiere. Cosa poi significasse attivare… be’, quello di definirlo sarebbe stata una preoccupazione a posteriori.

Alcuni di loro sono membri dell’Associazione Culturale Studio Miso e hanno lo scopo di diffondere l’arte tra i giovani permettendo loro di partecipare in prima persona al processo creativo. Altri si sono aggiunti nel tempo da altre esperienze di attivazione nate grazie a BxActive in altri quartieri. Sanno di aver fatto della strada insieme al progetto…

…quello che non sanno è cosa gli chiederanno Giulia e Barbara: “Ci serve un’idea… Cosa facciamo quest’anno?”


Da quel pomeriggio di mezza estate si sono incontrati ancora. Hanno deciso che per attivare altri adolescenti bisogna inseguire le passioni e dar loro – anche alle passioni eh – l’opportunità di crescere.

Pensando poi, e ancora, al Villaggio Prealpino, si sono accorti di quanto sia cambiato in questi anni e di come, nonostante questo, abbia saputo restare attuale. Come in tanti altri quartieri, la popolazione è invecchiata e, tuttavia, le attività storiche – come la Farmacia Vincoli – hanno saputo restare giovani e all’avanguardia.

Così è nato Viaggio nel tempo: un laboratorio d’azzardo che ricerchi insieme ai giovani il passato attuale della fotografia nelle sue tecniche analogiche attraverso la progettazione e, perché no, il reportage fotografico.


Undici ragazzi/e hanno raccolto questa sfida: recuperare le memorie di un quartiere attraverso uno sguardo giovane e la realizzazione di progetti fotografici individuali. Si incontrano periodicamente da dicembre e in questo momento ciascuno di loro ha definito il suo progetto fotografico.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la formazione-supervisione dalla fotografa Carla Cinelli e alla collaborazione con l’Istituto superiore Camillo Golgi nella persona del professor Eros Mauraner, che ha reso possibile l’esperienza di camera oscura con il grande fotografo Giancarlo Patera.


Il 9 maggio sarà inaugurata l’esposizione che raccoglie i progetti fotografici elaborati nel corso del laboratorio Viaggio nel Tempo. Non prendete impegni – se non questo 😉 – dalle 19 alle 21. L’esposizione resterà aperta anche il 10 maggio dalle 15 alle 22.

Scarica la locandina
Tags: ,

Mostra i commenti (0)

Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!