Best, progetti per giovani speciali

    Il progetto

    E’ più facile imparare materie come geometria, inglese, geografia, poesia e pensiero logico, se le usiamo direttamente per creare qualcosa che ci piace.

    Partendo da questa convinzione, il progetto BEST coinvolge ragazzi della scuola primaria e secondaria, che hanno difficoltà relazionali, comportamentali o di comprensione, oppure con scarsa motivazione: in poche parole, che manifestano Bisogni Educativi Speciali.

    L’obiettivo dei progetti è stimolarne l’attenzione e la partecipazione, coinvolgendo insegnanti e  alunni “facilitatori” (con capacità che possano essere di supporto ai compagni), in modo da permettere una positiva contaminazione del sapere e delle competenze.

    Destinatari, obiettivi, metodo

    Destinatari: alunni con gravi difficoltà e ritardi negli apprendimenti scolastici e/o difficoltà di adattarsi alle proposte classiche del  contesto scuola. La risposta dei ragazzi è, generalmente, positiva – anche se non si possono tacere alcune difficoltà riscontrate negli anni (proponiamo progetti BEST dal 2013), ma che, a nostro parere, non inficiano l’efficacia di questo metodo.

    Obiettivi: offrire opportunità formative alternative all’offerta scolastica “classica”, in grado di valorizzare l’acquisizione delle competenze.

    Metodo: per ottenere buoni risultati è necessario partire definendo i bisogni (degli alunni o dei gruppi classe) e scegliere gli interventi da svolgere; segue poi la progettazione delle attività, e in particolare dei laboratori, come strumenti che affiancano la didattica per l’acquisizione di competenze con metodologie esperienziali. Tutto, infatti, si può sperimentare in una forma diversa rispetto a quella classica: magari costruendo un plastico-mondo, dipingendo murales, scrivendo una canzone rap, programmando un robottino o scrivendo di sé.

    Ogni Laboratorio consta di 5 incontri di 2 ore in orario curricolare, 1 educatore, 6 studenti (di cui 3 con BES).

    La novità del 2018

    La novità rilevante dell’anno scolastico 2017-2018 è l’apertura al territorio, tramite due laboratori hanno visto “l’uscita dalla scuola” dei partecipanti a cui è stato assegnato il compito di raccogliere informazioni da alcune associazioni culturali e sociali attive nel comune e in alcuni luoghi significativi di Botticino. La collaborazione con queste associazioni ha permesso ai ragazzi di conoscere meglio la realtà in cui vivono e le associazioni che la animano, mentre queste ultime hanno trovato un nuovo canale per potersi raccontare.

    Tutti hanno giudicato favorevolmente questa nuova apertura, che contribuisce a raggiungere l’obiettivo fondamentale dei nostri interventi: porre l’attenzione dei ragazzi sulla descrizione di una realtà positiva, permettendo loro di esplorare le proprie emozioni e di sperimentare la collaborazione attiva con i compagni di classe: in poche parole, facendo sì che possano riconoscersi come risorse per la propria vita.

    Pop Art


    Sviluppa competenze di Italiano, Storia, Arte, Informatica: saper scrivere un’autobiografia, conoscere alcuni dati del personaggio scelto, apprendere dati ed eventi fondamentali del periodo storico, usare Word, usare Gimp, lavorare in gruppo.

    Murales


    Il laboratorio sviluppa competenze artistiche : apprendere la tecnica artistica dei murales (graffiti); individuare e sviluppare le fasi di lavoro per raggiungere un obiettivo prestabilito; lavorare in gruppo.

    Tesine


    Il laboratorio sviluppa materie trasversali: conoscenza degli argomenti trattati, capacità di fare collegamenti logici, capacità di schematizzare argomenti e informazioni, produrre una presentazione per l’esame orale.

    Cubismo


    Il laboratorio sviluppa competenze in Matematica e Geometria. Principali argomenti: rispetto delle scale e delle proporzioni, conoscere i nomi delle figure geometriche inserite nel disegno e saperle riprodurre.

    Mappamondo


    Il laboratorio sviluppa competenze di geografia: saper riconoscere gli stati, conoscenza e posizione di uno stato, capacità progettuali e di lavoro in gruppo.

    Raccolta differenziata


    Il laboratorio sviluppa capacità manuali e di lavoro in gruppo.

    Ultime notizie dal progetto

    Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!