PROGETTO STRADA

    Favoriamo l’inclusione sociale di persone in situazione di grave marginalità.



    Cos'è il progetto strada

    È un servizio socio sanitario per tossicodipendenti attivi che cerca di ridurre i danni alla salute e i danni sociali ed economici che l’uso di sostanze provoca agli individui, alle comunità e alla società in generale. «Bassa soglia» e «relazioni a legame debole» permettono di agire sulla consapevolezza individuale, incidendo direttamente sull’adozione di comportamenti di tutela e creando le condizioni per un accesso stabile alla rete dei servizi.

    Dal 2016 il servizio è finanziato a valere sull’Azione 9.5.9 dell’Asse II del POR FSE 2014-2020
    Attualmente sono partner del progetto: Cooperativa Il Calabrone, Comune di Brescia, ATS Brescia, ASST Spedali Civili, Associazione Amici del Calabrone, Cooperativa la Rete, Consorzio gli Acrobati, Associazione Dormitorio San Vincenzo di Brescia, Consorzio ISB. Sostengono le attività il CSV e l’associazione Via del Campo. Il Progetto Strada collabora costantemente con il Progetto So-Stare? (della cooperativa di Bessimo) che offre a persone tossicodipendenti un tempo di sosta dalla vita di strada in cui problematicizzare l’uso e ridurre l’esposizione ai rischi.




    Servizi


    Drop in

    Il drop-in è uno spazio a bassa soglia d’accesso situato in Via Lupi di Toscana. È la sede storica del “Progetto Strada” e, pertanto, un luogo molto riconosciuto dai destinatari del progetto.

    Colloqui di accoglienza

    Rappresentano lo spazio in cui diventa possibile attivare percorsi di prevenzione e cura con persone altrimenti refrattarie e poco raggiungibili dai servizi sanitari.

    Distribuzione informata e scambio di materiale sanitario e di profilassi

    Viene distribuito, previa informazione circa le migliori modalità di utilizzo, materiale volto alla prevenzione delle infezioni da HIV, HCV e altre infezioni e dei decessi per over-dose.

    Invio ai servizi

    Gli operatori attivano percorsi di invio a servizi di tipo sanitario o sociale del territorio, attivando canali di comunicazione diretta con i servizi della rete di “cura” della città di Brescia.

    Assistenza sanitaria (nursing)

    L’infermiere, permette di erogare ai destinatari consulenze e medicazioni finalizzate alla prevenzione delle principali patologie correlate all’utilizzo di sostanze per via iniettiva e non.

    Servizio docce, igiene personale, guardaroba

    Attività volta alla prevenzione delle infezioni connesse alle condizioni igienico sanitarie relative alla condizione di grave marginalità in cui vivono i fruitori del servizio.

    Counseling

    Il counseling è la strategia principale attraverso cui ri-attivare le risorse individuali e promuovere un processo di consapevolezza necessario per accedere alla rete strutturata dei servizi.

    Gruppi di formazione

    Sono finalizzati ad aumentare le conoscenze relative ai rischi e a fornire strumenti concreti per la prevenzione e cura di problemi sanitari correlati all’utilizzo di stupefacenti “in strada”.

    Analisi e pianificazione interventi individualizzati

    Settimanalmente gli operatori si ritrovano per coordinare le azioni e definire gli obiettivi di medio termine con tutti i destinatari che hanno manifestato la disponibilità a percorsi individualizzati.

    Storia

    Il “Progetto Strada” nasce nel 1994 con una sinergia tra l’ASL di Brescia (Ser.T), il Comune di Brescia, le cooperative sociali Bessimo e Il Calabrone e la Caritas diocesana di Brescia. Nel corso degli anni il Progetto Strada ha sviluppato un importante lavoro di rete con i servizi del territorio. Oltre ad essere un importante punto di riferimento per i bisogni delle persone tossicodipendenti, è diventato anche un osservatorio sulla realtà delle tossicodipendenze.

    20 anni di progetto strada

    Il progetto strada

    Ultime notizie dal progetto


    Contatti

    0303750101
    progettostrada@yahoo.it

    Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!