Associazione Amici del Calabrone

Storia

Alcuni amici di Franco Morandi, prematuramente scomparso, che gravitavano attorno alla Cooperativa Il Calabrone, nel 1994 hanno dato vita all’Associazione Amici del Calabrone, partendo da un sogno: l’idea di Franco di creare all’interno della sua abitazione uno spazio di vita e di lavoro per consentire a chi si trova in difficoltà di ripartire nella propria vita. L’Associazione quindi risponde al desiderio di appartenere e di identificarsi in un progetto: mettere in comune disponibilità e risorse per rispondere concretamente ai bisogni, non solo materiali, di persone in difficoltà. Essa presta la propria attività di volontariato esclusivamente con finalità di solidarietà nel campo socio-assistenziale e di solidarietà familiare e prevalentemente a favore di persone e famiglie in condizione di svantaggio psichico, fisico, economico e sociale, al fine di promuovere lo sviluppo integrale della persona nelle relazioni sociali e nell’inserimento sociale, con la possibilità di accompagnarle ad una propria autonomia.

Chi può farne parte

Chiunque condivide l’ideale proprio dell’Associazione Amici del Calabrone: mettere la persona al centro dell’attenzione. Ogni volontario decide personalmente la forma e la modalità di partecipazione: dal sostegno economico, alla presenza di volontariato nelle attività, ai suggerimenti di idee e iniziative realizzabili.

Attività

Housing sociale

HOUSING SOCIALE ED ACCOMPAGNAMENTO ALL’AUTONOMIA

Alcuni appartamenti dedicati all’autonomia:

uno a Castegnato (“La casa di Franco”) e uno a san Polo, Brescia, dove cercare di dare un’opportunità dignitosa di vita a tutte quelle persone che faticosamente si sono impossessate nuovamente di un progetto per se stessi, di un lavoro, di relazioni significative. Queste persone mantengono un contatto con gli educatori dell’Associazione come forma di supporto nei momenti di fatica.

Il Quartiere Solidale:

6 appartamenti gestiti in appalto con il Comune di Brescia, all’interno dei quali coabitano uomini e donne a rischio marginalità. Finalità del servizio è quella di restituire autonomia e benessere alle persone attraverso la realizzazione di progetti individualizzati definiti con i Servizi sociali.
L’approccio che si intende adottare è quello multidisciplinare come approccio che sostiene le persone in un percorso che parte dall’ assegnazione di un alloggio per arrivare ad un possibile livello di autonomia attraverso il progetto individualizzato.
Le persone sono accompagnate nella realizzazione del loro progetto da due educatrici con un monte ore di presenza diversificato a seconda del livello di autonomia degli ospiti.
Una delle casette del quartiere è ad uso dell’Associazione Amici del Calabrone ed è destinata a persone vivono nel quartiere occupandosi dei rapporti di buon vicinato e della gestione degli spazi.

Emergenza freddo

EMERGENZA FREDDO

servizio in convenzione con Comune di Brescia

Servizio di ospitalità notturna per senza fissa dimora dislocato su due strutture di proprietà del Comune di Brescia:

  • Viale Duca degli Abruzzi con 30 posti letto a rotazione settimanale
  • Via Marchetti con 20 posti letto a rotazione mensile

Emergenza freddo è aperta da novembre ad aprile.

l’Associazione coinvolge e coordina circa 300 volontari di cui 9 coordinatori settimanali (volontari, gruppi parrocchiali, altre associazioni del territorio), per garantire ogni anno accoglienza, ospitalità notturna, servizio docce e un pasto caldo a circa 250 persone.

L’accesso ad Emergenza Freddo è gestito con la preziosa collaborazione dei centri invianti:  Progetto strada, Cooperativa La Rete e Centro Migranti che distribuiscono i buoni di accesso alle strutture e con le quali ci si interfaccia costantemente. La logica è quella della messa in rete dei servizi e l’ottimizzazione delle risorse.

Diventa volontario anche tu!

Telefona allo 0302000035 o scrivici all’indirizzo email associazione@ilcalabrone.org.
Donando poco del tuo tempo puoi contribuire anche tu a tutelare la dignità delle persone!

Comitato dei mille - Fondo marginalità

COMITATO DEI MILLE

Mille nomi, mille cittadini solidali, che sostengono l’importanza di occuparsi di marginalità, di diritti, di dignità.

Al termine dell’esperienza dell’Emergenza Freddo 2011, l’Associazione, anche a seguito della sempre più difficile situazione economica delle famiglie e del bilancio dell’ente pubblico, ha voluto lanciare questa iniziativa: chiedere ai volontari del servizio di accoglienza di coinvolgere conoscenti, amici, altri cittadini nel donare 25 euro all’anno a favore del mantenimento del servizio e a sostegno di tutte le situazioni, le persone,  le famiglie in difficoltà che si incontrano ogni giorno.

L’idea era quella di arrivare a riunire 1000 cittadini, che costituissero un Comitato, in grado di far valere la propria voce anche nei luoghi che contano.

E’ iniziata un’avventura che continua ancora oggi!

 

FONDO MARGINALITA’

Dall’ iniziativa del Comitato dei 1000, dopo un anno di intenso lavoro, l’Associazione, grazie non solo al sostegno di singoli cittadini, ma anche di altre realtà associative, è riuscita a raccogliere abbastanza donazioni da costituire presso la Fondazione Comunità Bresciana un vero e proprio Fondo, il “Fondo Marginalità”, che elargisce contributi a tutti coloro che si trovano in condizioni di precarietà, difficoltà, emarginazione ed esclusione sociale.

Il Fondo, in collaborazione con la Fondazione Comunità Bresciana, viene gestito dall’Associazione, alla quale pervengono le domande di sostegno e che decide sul loro accoglimento.

 

Per partecipare all’iniziativa del Comitato dei 1000, scrivi nella causale del bonifico o del bollettino “comitato dei 1000”. Oppure, dona direttamente il tuo contributo alla Fondazione Comunità Bresciana con la dicitura Fondo Marginalità, Sezione Corrente IBAN IT02F0335901600100000009608.

Formazione dei volontari

“REPERIMENTO”E FORMAZIONE DEI VOLONTARI

La formazione delle persone al volontariato, inteso anche come modo prima di tutto per essere cittadini, e’ sempre stato uno dei capisaldi dell’associazione, la quale, lavorando in rete con altre associazioni, ha organizzato negli anni numerosi momenti di formazione specifica o di momenti di orientamento per tutti coloro che volessero affacciarsi al mondo del volontariato, anche al di fuori dell’associazione stessa. Corsi di formazione sono quindi stati organizzati all’interno di progetti finalizzati alla coesione e all’inclusione sociale così come grazie a specifici finanziamenti per la formazione del volontariato.

Inoltre l’Associazione, in convenzione con la Cooperativa il Calabrone, grazie al supporto di una figura professionale, si occupa dell’incontro e arruolamento” volontari da inserire “in servizi o progetti della cooperativa stessa.

 

Altre attività - Idee in movimento

ALTRE ATTIVITÀ

Azioni concrete di accompagnamento e di sostegno

L’Associazione da sempre si occupa di supportare, anche economicamente, singole persone o famiglie in difficoltà, utilizzando ai fini dell’associazione le risorse economiche provenienti dalla generosità degli associati, da finanziamenti di privati, dalla partecipazione a bandi, da finanziamenti pubblici, previsti dalle leggi vigenti, rispetto a precisi progetti, dall’organizzazione di eventi di autofinanziamento. A partire dal 2012 le capacità dell’Associazione in questo senso sono migliorate, grazie alle disponibilità che è stato possibile raccogliere all’interno del Fondo Marginalità.

Incontri e dibattiti

Fin dai primi anni della sua costituzione l’Associazione si è impegnata nella sensibilizzazione del territorio e della società locale sulle tematiche dell’emarginazione, del volontariato, della legalità e responsabilità e della realtà giovanile, attraverso l’organizzazione di incontri e di momenti di pensiero.

Notiziario trimestrale “il Mosquito – idee in movimento”

Nell’ottica della condivisione delle proprie idee e della sensibilizzazione del contesto in cui opera, l’associazione da anni è impegnata nella redazione di un trimestrale, distribuito in tutta la provincia di Brescia in 800 copie, all’interno del quale proporre tematiche di riflessione, stimolare ed informare la comunità locale.

Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!